EAGE E-Lecture: Virtual Seismology: monitoring the subsurface with virtual sources and recivers by Kees Wapenaar

 

Pubblicato il 25 mar 2019

https://www.youtube.com/watch?v=QkbWXCvxs_w

More About ….

Associazione per la Geofisica Licio Cernobori

L’Associazione per la Geofisica Licio Cernobori, visto il successo del workshop organizzato l’anno scorso per festeggiare il ventennale, ha deciso di ripetere l’iniziativa nei giorni 22 e 23 giugno 2022. Inoltre ha deciso di dedicare il workshop di quest’anno alla memoria di Lorenzo Petronio, valente ed entusiasta geofisico, Dirigente Tecnologo dell’OGS, ma soprattutto grande amico di Licio Cernobori e di tutti noi, e membro del consiglio direttivo dell’AGLC, che è prematuramente ed improvvisamente scomparso il 6 aprile di quest’anno.

leggi tutto

ASSEMBLEA DEI SOCI DELLA SEZIONE ITALIANA

La prossima assemblea dei soci della Sezione Italiana EAGE SEG si terrà a Trieste in occasione del 40° GNGTS. L’evento si svolgerà il prossimo 29 giugno presso il palazzo dei congressi “Stazione Marittima” di trieste, in aula Saturnia alle ore 15.00.

leggi tutto

Challenge Bowl 2022

Challenge Bowl Italia 2022
Nel corso del prossimo 40° Convegno Nazionale GNGTS a Trieste, il giorno 29 Giugno, si terrà la quattordicesima Edizione del Challenge Bowl Italia, ovvero la Grande Sfida a Quiz tra studenti di Geofisica Applicata.
La gara si svolge in inglese, ed è aperta a studenti di laurea e dottorato di ricerca. I partecipanti si iscrivono in squadre di due persone, idealmente una più esperta in geofisica ed una in geologia, vista l’interdisciplinarietà delle domande.

leggi tutto

EAGE E-Lecture: Virtual Seismology: monitoring the subsurface with virtual sources and recivers by Kees Wapenaar

This E-Lecture introduces virtual seismology: monitoring the subsurface with virtual sources and receivers, which is a new methodology to create virtual sources and virtual receivers in the subsurface from reflection measurements at the earth’s surface. Unlike in seismic interferometry, no physical instrument (receiver or source) is needed at the position of the virtual source or receiver. Moreover, no detailed knowledge of the subsurface parameters and structures is required: a smooth velocity model suffices. Yet, the responses to the virtual sources, observed by the virtual receivers, fully account for multiple scattering. This method is not only useful for reflection imaging but is has also large potential for monitoring induced seismicity, characterizing the source properties and forecasting the response to potential future induced earthquakes. This will be demonstrated with numerical models and preliminary real-data results.​