EAGE E-Lecture: Virtual Seismology: monitoring the subsurface with virtual sources and recivers by Kees Wapenaar

 

Pubblicato il 25 mar 2019

https://www.youtube.com/watch?time_continue=3&v=QkbWXCvxs_w

More About ….

GNGTS 2023 – Sezione Italiana EAGE SEG Assemblea dei soci & Italian Challenge Bowl

Il GNGTS è stato istituito col D.P. CNR n.5514 del 22.6.1978 assorbendo la Commissione per la Geofisica mineraria ed applicata ed il Gruppo Grandi Profili Sismici (operante dal 1956, sotto gli auspici della Commissione Sismologica Europea). Dall’origine ha assolto i compiti istitutivi (“promuovere e coordinare attivita’ scientifiche ed applicative”) coordinando le attivita’ della ricerca geofisica per la Terra solida dei diversi Istituti afferenti ai Comitati 02 e 05, e promuovendo iniziative integrali di grande respiro internazionali e nazionali. Dopo la soppressione (1.1.1978) della Commissione Geodetica Italiana, fa parte del GNGTS anche la Geodesia e Scienze affini, e gli afferenti al GNGTS sono oggi circa 800.

leggi tutto

Votazioni Elezioni Consiglio Direttivo (2022-2024)

Dopo due anni di lavoro, il Consiglio Direttivo conclude il suo mandato. Quindi è giunto il momento di rinnovare le cariche del Comitato Esecutivo. Vi invitiamo a partecipare attivamente alla vita della Sezione Italiana EAGE-SEG!

Le candidature sono aperte per i ruoli di:
1 x Presidente
1 x Vice-Presidente
3 x Consigliere

leggi tutto

Rinnovo del Consiglio Direttivo (Mandato 2022-2024)

Dopo due anni di lavoro, il Consiglio Direttivo conclude il suo mandato. Quindi è giunto il momento di rinnovare le cariche del Comitato Esecutivo. Vi invitiamo a partecipare attivamente alla vita della Sezione Italiana EAGE-SEG!

Le candidature sono aperte per i ruoli di:
1 x Presidente
1 x Vice-Presidente
3 x Consigliere

leggi tutto

EAGE E-Lecture: Virtual Seismology: monitoring the subsurface with virtual sources and recivers by Kees Wapenaar

This E-Lecture introduces virtual seismology: monitoring the subsurface with virtual sources and receivers, which is a new methodology to create virtual sources and virtual receivers in the subsurface from reflection measurements at the earth’s surface. Unlike in seismic interferometry, no physical instrument (receiver or source) is needed at the position of the virtual source or receiver. Moreover, no detailed knowledge of the subsurface parameters and structures is required: a smooth velocity model suffices. Yet, the responses to the virtual sources, observed by the virtual receivers, fully account for multiple scattering. This method is not only useful for reflection imaging but is has also large potential for monitoring induced seismicity, characterizing the source properties and forecasting the response to potential future induced earthquakes. This will be demonstrated with numerical models and preliminary real-data results.​